fbpx

Che cos'è il BDNF? It & #8217; s Like Fertilizer for the Brain

Pubblicato: Maggio 14, 2019
what-is-bdnf-its-like-fertilizer-for-the-brainplay-icon

Cos'è BDNF: è come un fertilizzante per il cervello

Brain Derived Neurotrophic Factor o BDNF, suona come qualcosa di super complicato e scientifico al punto in cui probabilmente vorrai disattivare questo video. Ma lo riporterò sulla Terra e lo renderò semplice. Innanzitutto, il fattore neurotrofico derivato dal cervello è letteralmente come il fertilizzante del nostro cervello. È un gene specifico che si relaziona con una specifica proteina che fa crescere nuovi neuroni e fa crescere nuove sinapsi all'interno del nostro cervello e solo recentemente è stato scoperto. Ma la realtà è che BDNF è una specie di epicentro per la crescita e lo sviluppo del cervello adulto e di un cervello bambino. Sono Thomas DeLauer con Keto-Mojo e analizzeremo come la dieta chetogenica abbia effettivamente un effetto su questo fertilizzante cerebrale.

Il ruolo di BDNF

Vedete, il ruolo di BDNF non è solo quello di far crescere nuovi neuroni o di far crescere nuove sinapsi. Ha anche un ruolo quando si tratta di proteggere le nostre sinapsi esistenti e proteggere i nostri neuroni esistenti. È un meccanismo protettivo e di crescita e ne abbiamo bisogno per sopravvivere. Di solito è un adattamento a una qualche forma di stress e ogni volta che digiuniamo o ci esercitiamo, dove sottoponiamo il nostro corpo o il nostro cervello a stress significativi, il BDNF si regola di conseguenza. Poiché il nostro cervello viene esposto allo stress, il corpo lo percepisce e dice che abbiamo bisogno di più BDNF per consentire al cervello di adattarsi. È letteralmente un fattore di crescita per questo.

Capire la scienza

Quando inizi a guardare la scienza, ti rendi conto che il digiuno provoca lo stesso effetto. Quando il corpo e il cervello sono sotto stress perché non arriva cibo, all'improvviso BDNF aumenta. Quindi iniziamo a chiederci. È semplicemente perché stiamo morendo di fame? È semplicemente perché siamo sotto stress che BDNF sale? O esiste in realtà una sorta di relazione chimica fisiologica con i chetoni che vengono prodotti durante il digiuno? Gli studi hanno iniziato a esaminare il risultato di neuroni specifici dalla parte dell'ippocampo del cervello e in che modo si collegano ai chetoni, in particolare. La cosa veramente interessante è che quando queste cellule o neuroni sono stati esposti ai chetoni, hanno finito per avere la sovraregolazione del BDNF.

Potremmo potenzialmente avere una duplice situazione in cui abbiamo lo stress da digiuno, o lo stress da chetosi o lo stress da allenamento che provoca un afflusso di BDNF. Ma abbiamo anche l'effetto di aumentare anche i chetoni. Che cosa sta forse succedendo, e questa è in qualche modo solo un'ipotesi, è che i neuroni stanno iniziando ad adattarsi all'uso dei chetoni. Nella fase iniziale quando il cervello riconosce il glucosio e deve improvvisamente iniziare a vedere entrare i chetoni, diventa un po 'confuso, un po' stressato, quindi forma una certa resistenza. Gli studi hanno dimostrato che nelle prime sei ore in cui questi neuroni sono esposti ai chetoni, c'è una sovraregolazione delle specie reattive dell'ossigeno, chiamate stressanti ossidativi. Probabilmente è il risultato di questi neuroni che si stanno semplicemente adattando all'uso dei chetoni. Ma poi dopo sei ore ha scoperto che le specie reattive dell'ossigeno sono diminuite, ma la respirazione mitocondriale è aumentata. Ciò significa che i mitocondri, presenti all'interno di cellule e neuroni, sono diventati tutti più efficienti dopo essere stati esposti allo stress dall'afflusso di chetoni all'inizio. Ciò che intendo con questo è che esporre il cervello ai chetoni attraverso la dieta chetogenica o attraverso periodi di digiuno in realtà innesca un afflusso iniziale di stress sul cervello che costringe il cervello ad adattarsi e diventare più grande, più intelligente e più sviluppato. Possiamo effettivamente, letteralmente dire, che i chetoni nel sangue e i chetoni nel corpo possono aiutarci a produrre più BDNF. Quindi se abbiamo più respirazione mitocondriale, il cervello può sparare più velocemente. Può riconoscere le cose più velocemente. Puoi memorizzare le cose più velocemente. E tutto sommato, è solo un grande scenario in cui trovarsi.

Perché dovresti provare con il misuratore Keto-Mojo

È importante assicurarti di avere sempre i tuoi chetoni in prima posizione. Vuoi assicurarti che li stai elevando su almeno 1,5 millimoli per avere questo effetto. E questo consentirà al tuo cervello di essere costantemente esposto a chetoni sufficienti a innescare la reazione a catena con specie reattive di ossigeno, seguito dall'adattamento. Se vuoi testare i tuoi chetoni e assicurarti di essere nello stato ottimale, vorrai usare il gold standard quando si tratta di metri, e questo è il Keto-Mojo meter. In questo modo puoi controllare non solo i livelli di glucosio, ma anche i livelli di chetoni e vedere che sei proprio dove devi essere per ottenere quei livelli ottimali di BDNF. Sono Thomas Delauer con Keto-Mojo e ci vediamo nel prossimo video.

cta-booklet

Non nella nostra mailing list?
Iscriviti e ricevi 3 ricette facili e gourmet per la cena Keto-Mojo!

Noi di Keto-Mojo crediamo nella condivisione, condividendo importanti notizie, scienza e studi sulla comunità di cheto, fantastiche ricette di cheto, prodotti che amiamo e profili delle persone che ci ispirano.

Unisciti ora alla nostra community e ottieni 3 ricette esclusive non presenti sul nostro sito web.

Show Buttons
Hide Buttons
X