fbpx

La dieta chetogenica sta diventando nota per essere benefica in così tante aree della salute e della medicina, è importante avere una chiara comprensione di ciò che è meglio usare e come. Quindi, abbiamo compilato un primer sui benefici per la salute della dieta chetogenica. Dalla perdita di peso alla riduzione dell'appetito alla riduzione dell'infiammazione al miglioramento della salute cardiovascolare, la dieta chetogenica è molto più di una dieta dimagrante. In effetti, è più un cambiamento di stile di vita, con benefici che superano di gran lunga semplicemente un bell'aspetto in un costume da bagno. Quindi, cosa c'è dentro per te? Continuate a leggere per scoprirlo. 

1. Perdita di peso

La perdita di peso è probabilmente il beneficio per la salute più comunemente citato della dieta chetogenica e non è da trascurare. Con keto, la perdita di peso è reale ed efficace per una semplice ragione: aiuta le persone a passare da una dieta ricca di carboidrati, una dieta brucia carboidrati a una dieta ricca di grassi e brucia grassi. Una dieta ricca di carboidrati provoca gonfiore, aumento di peso e cattiva salute e si basa sui carboidrati per ottenere energia. Una dieta ricca di grassi, moderata di proteine e povera di carboidrati riduce l'appetito, ti consente di mangiare fino a quando non sei sazio e brucia i grassi dal tuo corpo e dai tuoi alimenti per ottenere energia. 

Che tu sia in forma, un po 'fuori forma o obeso, una dieta chetogenica può fare di più che aiutarti a raggiungere o mantenere il tuo peso obiettivo; può ridurre il rischio di malattie e disturbi legati all'obesità, tra cui diabete, malattie cardiache, ictus e alcuni tumori. (Ne parleremo più avanti in questo articolo.)

La parte migliore? Non devi morire di fame per arrivarci. Con una dieta cheto, si arriva a mangiare il pieno di cibi sazianti carichi di grassi buoni, che innesca un processo metabolico brucia grassi noto come chetosi. Una volta che il tuo corpo è abituato, questo porta ad un aumento di energia e capacità di attività fisica. 

2. Appetito ridotto

Immagina di non sentire quegli incidenti alimentari e le voglie di carboidrati. Questa è la vita cheto. Mangi, poi sei soddisfatto ... per molto tempo! Una volta che il tuo corpo è entrato nella dieta, funziona in modo più efficiente, bruciando i grassi nel cibo e nel tuo corpo e non intraprendendo mai la corsa selvaggia che è gli alti e bassi di una dieta ricca di carboidrati / zuccheri. Senza i picchi e gli schizzi di zucchero, le voglie scompaiono e ti senti soddisfatto. 

Perché, ti chiedi? Una caloria non è solo una caloria. La risposta è no. Ecco perché: 

Come accennato in precedenza, la dieta chetogenica è una dieta povera di carboidrati, moderatamente povera di proteine e ricca di grassi. Ma è più specifico di così. Ogni giorno con una dieta cheto, mangi per il tuo macronutrienti ("Macro") o la quantità totale di calorie di grassi, proteine e carboidrati che dovresti mangiare ogni giorno in base a altezza, peso, livello di attività, età e obiettivi. Ma non tutte le macro sono uguali. Ognuno ha un importo specifico di energia o calorie:

  • I carboidrati hanno 4 calorie per grammo
  • Le proteine hanno 4 calorie per grammo 
  • Il grasso ha 9 calorie per grammo

Chiaramente, i grassi sono più sazianti (ti fanno sentire soddisfatto più a lungo) perché ti forniscono la stessa energia per grammo di proteine e carboidrati combinati! 

Questa non è l'unica ragione per cui l'appetito si riduce con una dieta cheto. Come accennato in precedenza, una volta entrati nella chetosi, in genere non si verificano i picchi e le valli dei livelli di zucchero nel sangue - e le conseguenti fitte della fame - che si fanno con una dieta ricca di carboidrati. Ormoni, in questo caso ionsulina, colecistochinina, grelina, e leptina, svolgono un ruolo importante nella mancanza di fame, perché influenzano la sensazione di sazietà. 

La chetosi ha dimostrato di sopprimere la grelina (un forte stimolatore dell'appetito). In effetti, in a studia dove i partecipanti sono stati sottoposti a una dieta chetogenica per otto settimane e poi reintrodotti a una dieta standard, i partecipanti alla chetosi hanno sperimentato una riduzione delle concentrazioni circolanti di diversi ormoni e sostanze nutritive che influenzano l'appetito.

3. Infiammazione

L'infiammazione è la risposta immunitaria naturale del corpo per aiutare a guarire e combattere le infezioni. Ma un'infiammazione eccessiva e persistente può causare sintomi spiacevoli, come dolore, rigidità articolare, gonfiore, affaticamento e risultati fisiologici più acuti. 

Quando segui una dieta cheto e regolarmente in uno stato di chetosi, il tuo corpo produce chetoni, in particolare BHB (ß-idrossibutirrato), che è un forte agente antinfiammatorio. BHB aiuta a inibire le vie infiammatorie (NF-kB e COX-2) e attiva anche l'AMPK (Proteina chinasi attivata dall'AMP) via, che aiuta a inibire le vie infiammatorie NF-kB. Inoltre, BHB ha dimostrato di esibire effetti simili ai farmaci antidolorifici, come i FANS, inibendo l'enzima COX-2. 

Un altro l'influenza anti-infiammatoria è la stessa dieta chetogenica; promuove il consumo di alimenti anti-infiammatori, come uova, olio d'oliva, olio di cocco, avocado e altri alimenti ricchi di omega-3, che sono tutti annunciati per i loro effetti anti-infiammatori. Promuove anche l'evitamento di cibi infiammatori. Non sei sicuro di quale sia? Vedi i nostri elenchi di seguito, che presentano alcuni popolari alimenti antinfiammatori e infiammatori. 

Alimenti antinfiammatori

    • Uova
    • Olio d'oliva
    • Olio di cocco
    • Avocado
    • Pesce grasso
    • Spinaci
    • Cavolfiore
    • broccoli
    • mirtilli
    • Brodo d'osso
    • aglio
    • Noccioline

Alimenti che causano infiammazione

    • Alimenti trasformati
    • Zucchero raffinato
    • Grani
    • Frutta
    • Verdure amidacee
    • Omega-6
    • Oli trasformati (colza, mais, cartamo)
    • Bibita

4. Colesterolo

Quando le persone pensano a diete ricche di grassi, quasi immediatamente pensano al colesterolo alto. È una risposta ragionevole considerando che ci è stato detto per anni che la dieta povera di grassi è salutare per il cuore e la dieta ricca di grassi. Tuttavia, sempre più ricerche dimostrano che il grasso non deve essere temuto, ma piuttosto è stato il capro espiatorio per i veri colpevoli di problemi cardiovascolari e di obesità tra gli americani di oggi: carboidrati trasformati e diete ricche di zuccheri. 

Con una dieta chetogenica, molte persone sperimentano una diminuzione del colesterolo totale, una diminuzione dei trigliceridi e un aumento dell'HDL. Sebbene alcune persone possano vedere un aumento del colesterolo con una dieta chetogenica, quelle persone probabilmente vedrebbero un aumento indipendentemente dal fatto che una rapida perdita di peso può portare a un aumento temporaneo del colesterolo LDL. Di conseguenza, si consiglia spesso di attendere sei mesi dopo aver iniziato una dieta chetogenica per testare i pannelli lipidici o di attendere fino a quando la perdita di peso si è ridotta.

Abbiamo diversi articoli e video che approfondiscono la relazione di dieta colesterolo / cheto qui: 

5. Controllo del diabete e della glicemia

Poiché elimini lo zucchero e la maggior parte dei carboidrati con una dieta cheto, non è difficile capire perché sia ottimo per il controllo della glicemia. Meno zucchero e carboidrati mangi, meno zucchero nel sangue. Ecco perché, dopo aver iniziato una dieta cheto, la maggior parte delle persone noterà una diminuzione della glicemia quasi immediatamente. In effetti, gli effetti sono così immediati, si raccomanda che i diabetici che iniziano una dieta chetogenica lavorino con il loro fornitore di assistenza sanitaria in modo che possano adattare i loro farmaci secondo necessità mentre i loro livelli di glucosio diventano più bassi e più stabilizzati. 

Quando si mangiano cibi ricchi di carboidrati ad alto contenuto di carboidrati, si verifica un picco di glucosio nel sangue immediatamente dopo aver mangiato, seguito da un successivo calo della glicemia. Con una dieta chetogenica, riduci l'assunzione di zuccheri e carboidrati e, quindi, eviti che i livelli di glucosio nel sangue aumentino e diminuiscano drasticamente. Ci sarà ancora un piccolo aumento naturale della glicemia quando si mangiano cibi a basso contenuto glicemico, ma non si verificheranno le variazioni dei livelli di glucosio alto e basso di una dieta ricca di carboidrati. 

Inoltre, come abbiamo accennato, riducendo i carboidrati, privi il tuo corpo di riserve di glucosio, quindi il tuo corpo inizia a utilizzare i grassi per il carburante rispetto ai carboidrati / glucosio. Questo fa abbassare i livelli di insulina, perché il tuo corpo non ha più il compito di gestire molto zucchero. 

Anche le persone con la resistenza all'insulina beneficia della dieta chetogenica. Con l'insulino-resistenza, il tuo corpo non risponde all'insulina come dovrebbe. Ciò si traduce spesso in livelli più elevati di glucosio nel sangue e, nel tempo, può portare al diabete e aumentare il rischio di malattie cardiache. Gli studi a seguito di partecipanti con diabete che hanno implementato una dieta chetogenica mostrano che i partecipanti hanno visto drastici riduzioni nei loro farmaci ipolipemizzanti e livelli di glucosio a digiuno.

6. Pressione sanguigna

Chiunque abbia la pressione alta apprezzerà controllo positivo della pressione arteriosa che deriva da una dieta cheto. 

Negli studi condotti su pazienti obesi, quelli che seguono una dieta chetogenica hanno sperimentato una riduzione più drastica della pressione sanguigna rispetto a quelli che seguono una dieta povera di grassi. Allo stesso tempo, questi stessi soggetti a seguito di una dieta cheto avevano risultati comparabili di perdita di peso e trigliceridi rispetto ai soggetti dello studio che seguivano una dieta povera di grassi e ha ricevuto un farmaco dimagrante. Inoltre, la pressione arteriosa sistolica nel gruppo chetogenico è diminuita (il che è buono per abbassare la pressione alta), mentre è aumentata tra i partecipanti a basso contenuto di grassi / farmaci dietetici.

7. Salute del cuore

Il termine "salute del cuore" evoca immagini di una piccola icona a forma di cuore che appare su cereali integrali e cereali e promuove carboidrati / alimenti a basso contenuto di grassi. Ma, in effetti, è stata dimostrata una dieta povera di carboidrati e più ricca di grassi migliorare i biomarcatori associato a malattie cardiache. 

In uno studio recente di un gruppo di peso normale normolipidemici uomini (uomini con normali quantità lipidiche nel sangue) sottoposti a dieta chetogenica per sei settimane, 22 biomarcatori su 26 per rischio di malattie cardiovascolari migliorato in modo significativo. 

Mentre alcune persone sperimentano un piccolo aumento del colesterolo LDL con una dieta cheto, ora viene suggerito che LDL non è il fattore "crealo o spezzalo" nel determinare la salute del cuore che si credeva una volta. In effetti, la ricerca attuale mostra che LDL è un pezzo molto piccolo del puzzle; in 2,7 anni randomizzati studia osservando l'influenza della dieta mediterranea sulle persone che avevano precedentemente avuto un infarto, si è verificata una riduzione significativamente drammatica degli attacchi di cuore ripetuti e della mortalità generale. Soprattutto, non vi era alcuna differenza nei cambiamenti LDL tra i due gruppi. 

Ora, è risaputo che è la dimensione delle particelle di LDL che svolge un ruolo maggiore nel determinare i rischi per la salute del cuore. Le particelle circolanti di LDL sono in realtà di dimensioni piuttosto diverse, e particelle più piccole e più dense (che trasportano proporzionalmente meno trigliceridi) sono quelle associato a danno vascolare e malattie cardiache

In effetti, in un recente studio sui partecipanti alla dieta chetogenica in cui LDL è aumentato, c'è stato uno spostamento nella dimensione delle particelle; le particelle medie aumentano mentre le particelle piccole e dense associate al danno vascolare diminuiscono drasticamente.

8. Brain Health

Il cervello ama il cheto tanto quanto il cuore. La dieta chetogenica fu inizialmente implementata come trattamento terapeutico nella Mayo Clinic nel 1924 per trattare le condizioni neurologiche, in particolare le crisi epilettiche. In uno studio clinico randomizzato, i ricercatori hanno iniziato la dieta chetogenica con pazienti pediatrici che soffrivano di due o più convulsioni settimanali mentre assumevano farmaci antiepilettici. Entro tre mesi dall'inizio della dieta, il 34 percento dei partecipanti ha avuto una riduzione del 90 percento delle convulsioni!

Ma la ricerca non si ferma all'epilessia. Negli ultimi anni, la dieta chetogenica ha iniziato a essere studiata come intervento complementare per vari disturbi neurologici. E mentre molti scienziati nel campo neurologico affermano che il cervello preferisce il glucosio rispetto ai chetoni, nel tempo il cervello perde (con l'età) la sua capacità di alimentarsi efficacemente con il solo glucosio. È qui che entrano in gioco i chetoni. 

I chetoni sono un antiossidante neuroprotettivo naturale che ha dimostrato di impedire alle specie nocive dell'ossigeno reattivo di danneggiare il cervello. I chetoni hanno dimostrato di aumentare l'efficienza e la produzione mitocondriale, il che aiuta a proteggere le cellule cerebrali da ictus e malattie neurodegenerative, come l'Alzheimer e il Parkinson.

Infine, è stato dimostrato che una dieta chetogenica aiuta a regolare il glutammato (un neurotrasmettitore dominante nel nostro cervello) che può causare danni alle cellule nervose se troppo stimolato. 

Mentre gran parte della ricerca sulla dieta chetogenica e sul cervello è agli inizi, la ricerca che è stata fatta è promettente e mostra la necessità di ulteriori esplorazioni per comprendere appieno la portata dei benefici e degli usi clinici.

Ecco alcuni articoli e video aggiuntivi su questo argomento sul nostro sito:

9. Acne

Mentre la genetica gioca un ruolo importante nell'acne, è stato suggerito che una dieta chetogenica può aiutare a migliorare la chiarezza della pelle. 

Non sono ancora state pubblicate ricerche specifiche su una dieta chetogenica e sulla comparsa di acne, ma ci sono stati studi che hanno esaminato una dieta chetogenica per quanto riguarda il bilanciamento ormonale, in particolare PCOS (sindrome dell'ovaio policistico). Le donne che soffrono di PCOS spesso si occupa di insulino-resistenza, squilibri ormonali, affaticamento, peli superflui, infertilità e acne. Gli studi attuali hanno esaminato la dieta chetogenica e le diete a basso contenuto di carboidrati nelle donne con PCOS e hanno scoperto che erano in grado di ridurre i livelli di insulina, e ridurre la loro massa corporea. 

Ma come si traduce in acne? Bene, uno studio recente, in cui i ricercatori hanno esaminato i benefici di una dieta a basso indice glicemico sull'acne, hanno dimostrato che quando i livelli di insulina diminuivano, l'aspetto fisico dell'acne sembrava diminuire. Inoltre, come abbiamo discusso in precedenza, è stato dimostrato che il cheto aiuta contro l'infiammazione, che a sua volta aiuta a ridurre l'infiammazione associata all'acne (pustole rosse e gonfie).

10. Emicrania

Emicrania, un tipo ricorrente di mal di testa che può causare forti dolori, affligge quasi il 12 percento degli americani. Quindi, naturalmente, quelli che soffrono di emicrania sono disposti a provare la maggior parte delle soluzioni per liberarsene. Mentre l'emicrania potrebbe non essere stata la ragione principale per iniziare la dieta chetogenica, molti chi soffre di emicrania con la dieta cheto hanno riportato una significativa riduzione dell'emicrania, incluso, in alcuni casi, la liberazione di emicrania!

Ci sono stati alcuni studi che hanno esaminato la relazione tra una dieta chetogenica ed emicranie. In uno studia, i partecipanti al gruppo di dieta chetogenica hanno riportato una riduzione della frequenza del mal di testa e del consumo di droghe. È stato ipotizzato che il successo possa essere modulato dal potenziamento del keto del metabolismo mitocondriale cerebrale e dagli effetti inibitori sull'infiammazione neurale e sulla depressione da diffusione corticale. La VLCD chetogenica (dieta a basso contenuto calorico) potrebbe trovare un ruolo transitorio nell'antagonizzare l'aumento ponderale, un effetto collaterale comune tra i trattamenti profilattici di emicrania.

Per ulteriori informazioni su cheto ed emicrania, leggi il nostro recensione del libro sopra Combattere l'epidemia di emicrania: come trattare e prevenire l'emicrania senza medicine, e saperne di più sull'autore Angela Stanton, Ph.D. Qui.

11. Trattamento del cancro

Quando ne hai sentito parlare cheto come trattamento per il cancro, la maggior parte delle persone si riferisce all'effetto Warburg, in base al quale le cellule tumorali preferiscono utilizzare la glicolisi anaerobica (senza ossigeno) per produrre energia. 

Questo è molto meno efficiente della glicolisi aerobica e significa che le cellule tumorali hanno un fabbisogno molto più elevato di glucosio per energia. Questa è la base per la scansione PET in cui il glucosio viene iniettato nel corpo per aiutare a rilevare il cancro. Poiché il cancro assorbe il glucosio molto più rapidamente rispetto alle cellule normali, il test traccia l'attività e la posizione del cancro nel corpo notando cosa succede con il glucosio iniettato. 

Ma ecco la parte più interessante: alcuni tumori non hanno la capacità di metabolizzare i corpi chetonici. Ciò significa che se un tale cancro non ha accesso allo zucchero per produrre energia, non può prosperare. In questi casi, una dieta chetogenica essenzialmente "fa morire di fame" le cellule tumorali. Sfortunatamente, non tutti i tumori rispondono allo stesso modo e l'effetto di Warburg non è universalmente visto in tutti i tumori. 

Tuttavia, ci sono ricerche promettenti sul ruolo di una dieta chetogenica come efficace intervento complementare per il trattamento del cancro. In uno studio sul neuroblastoma, un tumore che colpisce più comunemente i bambini, la dieta chetogenica ha ridotto significativamente la crescita tumorale e la sopravvivenza prolungata dei soggetti dello studio (in questo caso i topi).  

Stiamo vedendo un numero crescente di studi preclinici valutare la dieta chetogenica come terapia adiuvante nel trattamento del cancro, da sola e / o in combinazione con la terapia classica. Oltre al neuroblastoma, sono state riportate le prove più evidenti dell'effetto soppressore del tumore di una dieta chetogenica per glioblastoma (un tumore al cervello), prostata, colon, pancreas e carcinoma polmonare. 

Preclinical evidence indicating the effect of a KD on tumor growth and progression.

Maggiori informazioni su cancro e cheto qui.

L'ultima parola 

La dieta chetogenica ha significativi benefici per la salute in una varietà di aree, dalla salute metobolica alla salute del cuore e del cervello, e altro ancora. Man mano che gli studi continuano e si capisce di più sulla reazione del corpo alla dieta chetogenica e su come può essere sfruttata per una varietà di iniziative per il benessere, ci saranno sicuramente più scoperte sui benefici dell'alto contenuto di grassi, di proteine moderate, a basso contenuto di carboidrati stile di vita chetogenico. 

cta-booklet

Non nella nostra mailing list?
Iscriviti e ricevi 3 ricette facili e gourmet per la cena Keto-Mojo!

Noi di Keto-Mojo crediamo nella condivisione, condividendo importanti notizie, scienza e studi sulla comunità di cheto, fantastiche ricette di cheto, prodotti che amiamo e profili delle persone che ci ispirano.

Unisciti ora alla nostra community e ottieni 3 ricette esclusive non presenti sul nostro sito web.

Show Buttons
Hide Buttons
X