fbpx

Quando si inizia una dieta cheto, praticamente tutti si concentrano sui loro livelli di chetoni. Ha senso. Sono misurazioni concrete dei progressi e la maggior parte di noi è orientata agli obiettivi. Ma non possiamo dirti a quante persone con cui abbiamo parlato che volevano arrendersi perché non erano dove pensavano che “dovevano essere” all'inizio. Quindi, non anticipiamo noi stessi. Invece, esploriamo i livelli di chetosi con un occhio sull'apprendimento di cosa sono e cosa significano, in modo da poter capire quali livelli ottimali si basano sui tuoi obiettivi. Ma prima, un breve PSA: le seguenti informazioni non devono essere sostituite con un parere medico, né si applicano in caso di diabete di tipo 1; se hai il diabete di tipo 1 o altre gravi condizioni mediche, dovresti collaborare con il tuo medico per determinare i tuoi obiettivi.

Comprensione dei livelli di chetoni

Quando si discute dei livelli / livelli di chetosi chetonici, gli esperti di cheto citano spesso L'arte e la scienza della vita a basso contenuto di carboidrati, di Dr. Stephen Phinney, MD, PhD e Jeff Volek, PhD, RD. Suggerisce che la chetosi nutrizionale inizia a livelli di concentrazione molecolare di 0,5 mmol / L. Ciò significa che nel momento in cui attraversi quella soglia 0,5, sei "in chetosi". Da lì, la chetosi nutrizionale è considerata "leggera" attraverso 1,0 mmol / L (la luce è ancora buona!), Quindi diventa "ottimale" 1,0 mmol / Intervallo da L a 3,0 mmol / L. Ma se guardi il grafico sopra, c'è una sfumatura all'interno di queste zone chetoniche.

Quindi, come fai a sapere quale livello di chetoni mirare? Dipende dai tuoi obiettivi. Visualizza la nostra tabella delle zone chetoniche di seguito.

 

Keto Mojo Ketone Zones Chart

Quale dovrebbe essere il tuo livello di chetoni?

Se il tuo obiettivo principale per integrare la dieta chetogenica nella tua vita è la perdita di peso, raggiungere una "chetosi nutrizionale leggera" o 0,5 mmol / L-1,0 mmol / L è un buon punto di partenza. Da lì, mira alla "chetosi ottimale", ovvero quando i livelli di chetoni sono compresi tra 1,0 mmol / L-3,0 mmol / L. Le persone che cercano di utilizzare la dieta chetogenica per benefici terapeutici per condizioni mediche come epilessia, cancro o disturbi endocrini e metabolici, sono generalmente indirizzate a mirare a livelli di chetoni molto più alti, in particolare nell'intervallo 3,0 mmol / L -5,0 mmol / L, o da qualche parte nel mezzo. Le persone che digiunano o consumano un rapporto grasso / proteine molto più elevato guarderanno ai livelli nell'intervallo 3,0 mmol / L-8,0 mmol / L. Ma non devi andare lì. La gamma ottimale di chetosi si chiama "ottimale" per una ragione, ed è esattamente dove vorrai essere per la perdita di peso e per scopi di salute generale, e ci arriverai, in tempo, se pratichi la pazienza e entri nel solco di mangiare una dieta cheto.

Chetoni ed esercizio fisico

L'esercizio fisico influisce sui livelli di chetoni? Sì, ma gli effetti differiscono da una persona all'altra. Tuttavia, in generale, l'esercizio anaerobico (di solito di breve durata e alta intensità, come l'allenamento con i pesi, lo sprint o il salto) ridurrà i chetoni circolanti, causerà un leggero aumento della glicemia e un calo temporaneo dei chetoni. Con l'esercizio aerobico, come nuoto, camminata, jogging e ciclismo, noterai generalmente un aumento dei chetoni circolanti. Questo significa che non vuoi fare esercizio anaerobico mentre sei a dieta chetogenica? Assolutamente no! Osservare i livelli di chetoni ti aiuterà a capire come il tuo corpo risponde a vari alimenti e attività e sapere come il tuo corpo risponde ti aiuterà a regolare le tue scelte alimentari e alimentari per alimentare correttamente il tuo corpo e mantenere livelli ottimali di chetoni.

Una parola di avvertimento

Non importa l'obiettivo, nessuno dovrebbe mirare alle zone arancioni o rosse; sono quasi impossibili da raggiungere in ogni caso e non aumentano i benefici della dieta. Le uniche persone che dovrebbero preoccuparsi di avvicinarsi a loro sono i diabetici di tipo 1, perché affrontano il potenziale di produrre una complicazione diabetica chiamata chetoacidosi, una condizione grave che richiede cure mediche urgenti. Per loro, la ricompensa potrebbe non valere la pena rischiare, motivo per cui raccomandiamo alle persone con diabete di tipo 1 di sviluppare una dieta con il proprio fornitore di cure. In effetti, chiunque stia esplorando la dieta cheto dovrebbe discutere la migliore strategia con il proprio medico, in quanto potrebbero esserci rischi connessi ad altre condizioni mediche preesistenti, come calcoli renali, ipercolesterolemia o storia familiare di infarto o ictus sotto l'età di 60 anni. Mojo On! Il tuo livello di chetosi non è pensato per essere ancora un'altra cosa nella tua vita su cui stressarti. Invece, consideralo uno strumento che ti aiuta a valutare e adattare le tue abitudini alimentari mentre segui il tuo percorso cheto. Continua a perfezionare le tue scelte man mano che procedi e raggiungerai i livelli ottimali, godrai di uno stile di vita corroborante e salutare e scivolerai anche facilmente in quei jeans troppo attillati che hai osservato nella parte posteriore dell'armadio.

cta-booklet

Non nella nostra mailing list?
Iscriviti e ricevi 3 ricette facili e gourmet per la cena Keto-Mojo!

Noi di Keto-Mojo crediamo nella condivisione, condividendo importanti notizie, scienza e studi sulla comunità di cheto, fantastiche ricette di cheto, prodotti che amiamo e profili delle persone che ci ispirano.

Unisciti ora alla nostra community e ottieni 3 ricette esclusive non presenti sul nostro sito web.

Show Buttons
Hide Buttons
X