fbpx

Nasha Winters è CEO, autore di bestseller, naturopata e specialista in oncologia. Il suo viaggio nel tagliare lo zucchero e alimentare il suo corpo attraverso la chetosi è iniziato dopo la sua battaglia contro il cancro. Come risultato delle sue esperienze con medicine e pratiche alternative, ha proseguito gli studi in medicina naturopatica e medicina cinese per aiutare meglio gli altri a lottare come aveva fatto lei. La Dott.ssa Winters crede nel trattamento del paziente nel suo insieme, sia nella mente che nel corpo, e questo approccio è ciò che insegna oggi ai medici.

Dr. Nasha Winters, sei un medico naturopatico certificato, membro dell'American Board of Naturopathic Oncology, e hai anche studiato agopuntura e medicina orientale. Cosa ti ha portato a questo punto della tua carriera?

Sono sempre stato un discente della vita, e francamente sarei ancora laureato se mio marito non avesse creato una moratoria! Ma sono state le mie stesse sfide alla salute a suscitare il mio interesse per la salute, le scienze e il benessere generale. Ogni volta che imparo qualcosa di nuovo su me stesso o su un paziente, rivela solo più domande e mi fa cercare più risposte. Quasi tre decenni dopo una diagnosi terminale di cancro, sono costantemente alla ricerca di ciò che provoca la malattia e cosa si può fare per invertire il processo.

Ci sono molte idee sbagliate su cosa sia un naturopata. Quali sono i 5 più grandi miti che incontri e che ti piacerebbe mettere in chiaro?

Lo capivo molto: "Sei un vero dottore?" (Ora, non così tanto.) In realtà ci sono alcune idee sbagliate intorno a questo, quindi ci sono alcuni miti legati qui.

In primo luogo, un dottorato implica che qualcuno ha ricevuto un'istruzione post-laurea e ha ricevuto il più alto livello di istruzione in qualunque campo abbiano scelto di studiare.

In secondo luogo, la parola dottore in latino è docere, il che significa insegnante. Quale medico di assistenza sanitaria standard di fatturazione ha oggi l'opportunità di trascorrere il tempo giusto con il loro paziente insegnando loro come essere sani ed evitare le malattie?

In terzo luogo, gli anni che ho trascorso studiando dentro e fuori le istituzioni (laurea e due lauree post laurea) mantenendo la mia formazione continua, credenziali, licenze e negligenza insieme a tutoraggio di operatori sanitari e ambienti clinici in tutto il mondo e supporto di oltre 10.000 pazienti nei loro viaggi per la salute mi ha umiliato conoscerlo: ognuno di noi ha il proprio dottore interiore, uno di cui dobbiamo onorare e consultare regolarmente.

Il quarto, la mia educazione non differisce molto da quello di un medico convenzionalmente addestrato, pone semplicemente l'accento su cose diverse, vale a dire, lo è la filosofia questo ci distingue.

E infine, basta chiedere al numero di colleghi MD / DO che ho seguito, o che mi hanno guidato o che mi hanno dato il privilegio di supportarli nei loro percorsi di guarigione, quale valore ho apportato al loro processo sanitario.

Qual è la differenza più grande nel modo in cui pratichi rispetto a un medico? Ritieni che i tuoi pazienti abbiano più fiducia e accettazione dei tuoi approcci nel trattamento del paziente nel suo insieme?

Le persone mi trovano quando si sono stancati delle cure standard o non trovano l'aiuto di cui hanno bisogno. Questi pazienti sono spesso diffidenti nei confronti dei fornitori di servizi medici in generale, spesso si sentono come se fossero stati abbandonati e non hanno più opzioni se non per l'ultima risorsa. Ma la medicina naturopatica non deve essere solo l'ultima risorsa. Trattiamo il corpo nel suo insieme. Incoraggiamo un corpo e una mente sani ad aiutare a prevenire i problemi prima che insorgano invece di concentrarsi esclusivamente sulle conseguenze del problema, la diagnosi. "Perché sta succedendo?" è spesso importante quanto "Come possiamo risolvere questo problema?"

Quando si tratta delle basi, non è naturopata contro medico e medicina occidentale. Non c'è motivo per cui non possiamo lavorare insieme con l'obiettivo comune di sostenere e prenderci cura dei nostri pazienti. Ed è esattamente quello che ho fatto nella mia pratica. Attualmente faccio da mentore sia a naturopati che ad altri operatori sanitari che desiderano ampliare le loro prospettive sull'oncologia integrativa. Il mio obiettivo per tutta la vita è stato quello di essere in grado di fornire cure compassionevoli, avanzate e integrali a tutto il corpo per i pazienti e di avere un giorno una struttura che faciliti questo obiettivo e istruisca gli altri sulle sue pratiche.

Gli approcci naturopatici all'oncologia stanno diventando più comuni nella medicina occidentale? Lavori in collaborazione con altri operatori sanitari per trattare collettivamente i pazienti?

Ci è voluto molto tempo, ben oltre un quarto di secolo. Tuttavia, negli ultimi anni, il ruolo dell'oncologia integrativa ha trovato una sedia al tavolo. Sta migliorando molti cambiamenti nel campo della ricerca oncologica e dei risultati dei pazienti, e la maggior parte di coloro che oggi cercano i miei servizi proviene dal modello standard di assistenza, siano essi operatori sanitari, ricercatori o leader del settore. Non consulto più direttamente con i pazienti; invece lavoro con i medici per aiutarli a imparare e padroneggiare un approccio integrativo per aiutare a servire meglio i loro pazienti.

Hai combattuto personalmente il cancro. Questa esperienza ti ha permesso di trattare meglio i tuoi pazienti perché hai un livello più profondo di comprensione?

Ero solito mantenere segreta quella parte della mia storia ai miei pazienti e colleghi a causa del modo in cui sono stato trattato quando non seguivo un approccio standard di cura. Intendiamoci, non mi è stata data alcuna opzione, quindi ho dovuto tagliare il mio percorso. Ma ora, quando condivido la mia esperienza, vedo emergere speranza, fiducia e comunità. Certo, capisco molte delle preoccupazioni, paure, dubbi, sopraffazione e dolore che così tanti affrontano con questa diagnosi. Ma ho anche una prospettiva unica per vederlo attraverso un obiettivo diverso: uno come paziente, medico, guida, ricercatore, scienziato, studente e caregiver.

In che modo la dieta chetogenica gioca nella tua pratica? Come lo implementate?

La dieta è parte integrante del trattamento di tutto il corpo. Come potrebbe non essere quando è la fonte di carburante che consente al corpo di funzionare o funzionare male? Credo fermamente nel fornire al corpo fonti alimentari intere, eliminando cibi e oli trasformati, digiunando e lottando per la chetosi. Tuttavia, se il paziente decide di entrare in uno stato di chetosi dipende da loro, sia attraverso il digiuno, mangiando al chetone, sia attraverso una rigorosa dieta chetogenica. Ma una cosa è certa: lo zucchero e gli alimenti trasformati non hanno un posto in un corpo sano e prospero, figuriamoci in una lotta contro il cancro.

In che modo le persone a cui è stata appena diagnosticata la diagnosi di cancro possono farsi valere per assicurarsi di ricevere le cure di cui hanno bisogno e di essere ascoltate dal loro team sanitario?

È importante che i pazienti comprendano che è la loro vita e il loro corpo. Hanno bisogno di fissare obiettivi e restare con loro. Devono trovare un team sanitario che non solo supporti tali obiettivi, ma è disposto a lavorare con loro per raggiungerli. Ciò non significa che il paziente abbia sempre ragione. I vostri operatori sanitari hanno seguito una formazione approfondita per essere in grado di trattarvi, che si tratti di naturopati o medici. Ma un buon fornitore spiegherà le cose ai loro pazienti e lavorerà con loro per educarli e far comprendere ogni possibile opzione in modo che il paziente possa prendere decisioni informate sul proprio corpo e sulla propria vita.

Con molte ricerche sul cancro e trattamenti e interventi alternativi, è scoraggiante che molti pazienti non vengano introdotti a queste alternative fino a quando non è l'ultima risorsa. Quali sono le tue opinioni al riguardo e come vedi che questa pratica cambi in futuro?

Anche se non posso dare troppo, ho lavorato per aprire un ospedale universitario che lavorerà per trattare il paziente nel suo insieme, offrendo loro un assortimento di trattamenti all'avanguardia. Saremo in grado di trattarli nel modo che preferiamo: come persona, non solo come un codice di fatturazione. Questo è stato il lavoro della mia vita e finalmente sta arrivando a compimento. Quindi rimanete sintonizzati per ulteriori informazioni!

Per saperne di più sul Dr. Nasha Winters programma di tutoraggio per clinici che vogliono diventare padroni dell'approccio metabolico, visitare il suo sito web Qui.

Per ulteriori informazioni sulla dott.ssa Nasha Winters e sul suo materiale pubblicato, vai qui.

cta-booklet

Non nella nostra mailing list?
Iscriviti e ricevi 3 ricette facili e gourmet per la cena Keto-Mojo!

Noi di Keto-Mojo crediamo nella condivisione, condividendo importanti notizie, scienza e studi sulla comunità di cheto, fantastiche ricette di cheto, prodotti che amiamo e profili delle persone che ci ispirano.

Unisciti ora alla nostra community e ottieni 3 ricette esclusive non presenti sul nostro sito web.

Show Buttons
Hide Buttons
X