fbpx

La prevalenza del diabete   

Il diabete è una minaccia globale per la salute umana. A partire dal 2015, quasi il 42 percento degli americani, ovvero 114,4 milioni di persone, vivono ora con diabete o prediabete, quest'ultimo dei quali può portare al diabete di tipo 2 entro cinque anni se non trattati. I trattamenti per il diabete contemporanei, più preoccupanti, non curano la malattia, la gestiscono, assicurando che gli americani rimangano malati e ostacolati dai costi alle stelle relativi alle cure mediche e alle prescrizioni. Tuttavia, esiste un potenziale di miglioramento drastico della salute della nostra nazione; recenti studi dimostrano che la dieta chetogenica può non solo controllare la malattia senza farmaci, ma anche, in alcuni casi, invertirla completamente. 

Diabete americano secondo i numeri

    • Il 42 percento degli americani (114,4 milioni di cittadini) ha il diabete o il prediabete
    • 30,3 milioni di americani (9,4 per cento) hanno il diabete
    • 84,1 milioni hanno il prediabete

Diabete globale dai numeri

Si stima che 415 milioni di persone vivano con il diabete nel mondo. Questo è circa 1 su 11 della popolazione adulta del mondo. E questa cifra dovrebbe salire a 642 milioni di persone con diabete in tutto il mondo entro il 2040. 

Paesi con la più alta prevalenza di diabete:

La International Diabetes Federation (IDF) riporta attualmente questi cinque paesi con il più alto numero di persone con diabete:

    • Cina: 109 milioni
    • India: 69 milioni
    • Stati Uniti: 29 milioni
    • Brasile: 14 milioni
    • Federazione Russa: 12 milioni

Diabete Definito

Il diabete è una malattia metabolica causata da una disfunzione dell'ormone insulina. Appare in due forme principali: diabete di tipo 1 (T1D) e diabete di tipo 2 (T2D). Non trattate, entrambe le forme di diabete possono essere pericolose per la vita.

Diabete di tipo 1

Conosciuto anche come diabete insulino-dipendente e diabete ad esordio giovanile (dovuto alla comune insorgenza infantile), il diabete di tipo 1 è una condizione autoimmune causata dall'organismo che attacca il proprio pancreas con anticorpi. Questo attacco provoca l'incapacità del pancreas di creare insulina; il diabete di tipo 1 si verifica quando circa il 90 percento delle cellule produttrici di insulina del corpo e #8217 sono state distrutte. Predisposizione genetica, fattori ambientali e cellule beta difettose possono svolgere un ruolo nello sviluppo del diabete di tipo 1. Il diabete di tipo 1 può innescare una serie di altri rischi per la salute, tra cui danni ai reni, ai nervi e ai vasi sanguigni degli occhi, nonché ictus e malattie cardiache. 

Diabete di tipo 2

TIl diabete di tipo 2 (esordio nell'età adulta) si sviluppa quando il corpo diventa resistente all'insulina o quando il pancreas non è in grado di produrre abbastanza insulina. Mentre non si sa perché si sviluppa il diabete di tipo 2, si sa che gfattori enetici e ambientali (come razza, età, storia familiare, ipertensione, colesterolo anormale, mantenimento di un fisico sovrappeso, obesità e inattività) possono svolgere un ruolo. 

Sintomi del diabete

    • Aumento della fame (soprattutto dopo aver mangiato)
    • Aumento della sete
    • Bocca asciutta
    • Fatica
    • Mal di testa
    • Visione offuscata
    • Intorpidimento o formicolio ai piedi o alle mani
    • Piaghe che non guariscono
    • Perdita di peso inspiegabile
    • Minzione frequente

Complicanze correlate al diabete

    • Ipoglicemia (glicemia molto bassa)
    • Sindrome non chetotica iperglicemica iperosmolare (HHNS o glicemia molto alta)
    • Retinopatia diabetica
    • Neuropatia diabetica
    • Malattie renali
    • Alta pressione sanguigna
    • Ictus
    • gastroparesi

Il costo del diabete

Il costo del diabete diagnosticato è riportato a $327 miliardi all'anno (un aumento del 26% rispetto a a periodo di cinque anni.) L'ADA riferisce che le persone con diagnosi di diabete spendono in media $16.752 all'anno per spese mediche. Circa la metà (57%) è correlata al trattamento, compreso il costo dei farmaci per il diabete. La terapia insulinica è un trattamento comune per le persone con diabete di tipo 1 e di tipo 2, ma i prezzi dell'insulina sono saliti alle stelle negli ultimi anni.  

I trattamenti per il diabete più comuni di oggi

Sebbene non esista una "cura" per il diabete, esiste un controllo molto efficace sia del diabete di tipo 1 che di tipo 2, che riduce drasticamente il rischio di sviluppare complicanze correlate al diabete. Tra la comunità medica in generale, l'insulina e i farmaci sono le prime linee di difesa per normalizzare i livelli di glucosio nel sangue e gestire il diabete, insieme a raccomandazioni per la perdita di peso, l'attività fisica e le abitudini alimentari più sane.  

Il Storia del trattamento del diabete attraverso una dieta chetogenica

All'inizio del 1900, prima dell'avvento dell'insulina, la comunità medica sosteneva le modifiche dietetiche prescritte, ora conosciute come dieta chetogenica. Medico con sede nel New Jersey di nome Federico M. Allen (1879-1964) fu il primo a rendersi conto che il diabete era più che un problema con la glicemia; piuttosto, era un disordine globale del metabolismo. Ha continuato a sviluppare la migliore terapia per il diabete disponibile prima dell'insulina: una dieta a basso contenuto calorico (400) in stile chetogenico che fornisce principalmente grassi e proteine, con la quantità minima di carboidrati necessaria per sostenere la vita. Tra il 1914 e il 1918 curò 100 diabetici al Rockefeller Hospital di New York con questa dieta. Molti altri medici iniziarono a prescriverlo, incluso Elliott Proctor Joslin, il primo medico statunitense specializzato in diabete e il fondatore del Joslin Diabetes Center di oggi. 

Sebbene la dieta di Allen non fosse idilliaca (la grave restrizione calorica ha portato i pazienti sull'orlo della fame per controllare la malattia), ha prolungato la vita dei diabetici gravi abbastanza a lungo da ricevere insulina quando è diventata disponibile. Ha anche sottolineato un fatto importante: dieta può influenza il diabete.

La dieta chetogenica e il diabete oggi

Mentre la dieta del Dr. Allen era essenzialmente chetogenica, la dieta cheto di oggi non è una dieta da fame; prescrive un apporto calorico giornaliero sostenibile, basato sul peso, sull'età e su altri fattori di un individuo, suddiviso in macronutrienti contenenti 75% di grassi, 20% di proteine e 5% di carboidrati. Tuttavia, anche con un maggiore apporto calorico, la dieta cheto ha dimostrato di essere influente nella gestione e nell'inversione del diabete di tipo 2 e nella riduzione dei farmaci nel diabete di tipo 1.

Numerosi studi clinici dimostrano che la riduzione dei carboidrati, un fattore chiave nella dieta chetogenica, può portare a una varietà di benefici per i diabetici di tipo 2, tra cui:

    • Regolazione della glicemia 
    • Bassi livelli di glucosio nel sangue
    • Miglioramento della tolleranza al glucosio
    • Pressione sanguigna bassa 
    • Sensibilità all'insulina migliorata
    • Una goccia di insulina
    • Miglioramenti della lipoproteina ad alta densità (HDL) o & #8220; buono & #8221; colesterolo, senza aggiunta di lipoproteine a bassa densità (LDL) o & #8220; cattivo & #8221; colesterolo
    • Miglioramento dei livelli di colesterolo a lungo termine a causa dell'aumento del numero di particelle di HDL (lipoproteine ad alta densità)
    • Diminuzione delle particelle di trigliceridi e LDL (lipoproteine a bassa densità)
    • Perdita di peso 
    • Ridotta dipendenza dai farmaci *

* È importante che pazienti e medici discutano di eventuali cambiamenti dietetici durante il trattamento. Consumare troppo pochi carboidrati può essere pericoloso quando si assumono determinati farmaci per il diabete.

Il futuro del trattamento del diabete

A causa dei risultati degli studi clinici e delle continue storie di successo, si sta sviluppando lo slancio alla base del trattamento del diabete con una dieta chetogenica. 

Clinica digitale abbastanza nuova Virta Health, fondata nel 2014 con l'obiettivo di "invertire" il diabete di tipo 2 senza farmaci o interventi chirurgici utilizzando una dieta chetogenica a basso contenuto di carboidrati, sta diventando un'influenza nel settore sanitario. Fornisce ai pazienti diabetici un accesso online a medici, tutor sanitari, supporto alla pari e informazioni e feedback continui. Sta inoltre conducendo uno studio in corso sugli effetti di una dieta chetogenica su pazienti con diabete di tipo 2. L'outcome primario dopo un anno di studio ha dimostrato che il diabete di tipo 2 può essere controllato senza l'uso di farmaci e seguendo a modello di cura continua.

Questi risultati positivi combinati con una popolazione in crescita che ha bisogno di soluzioni a lungo termine accessibili e gestibili per il diabete suggeriscono che la dieta chetogenica continuerà a diventare una parte importante del piano di trattamento e mitigazione del diabete nei prossimi anni. 

 

Articoli e studi


cta-booklet

Non nella nostra mailing list?
Iscriviti e ricevi 3 ricette facili e gourmet per la cena Keto-Mojo!

Noi di Keto-Mojo crediamo nella condivisione, condividendo importanti notizie, scienza e studi sulla comunità di cheto, fantastiche ricette di cheto, prodotti che amiamo e profili delle persone che ci ispirano.

Unisciti ora alla nostra community e ottieni 3 ricette esclusive non presenti sul nostro sito web.

Show Buttons
Hide Buttons
X